[Tue Feb 13 17:49:00 CET 2018] Tue Feb 13 17:49:00 CET 2018 Borsa: tregua gia' finita, Milano maglia nera Ue con le banche, chiude a -1,35%

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 13 feb - Giornata in flessione per quasi tutte le Borse europee che perdono terreno in scia a Wall Street. A fine seduta la peggiore del Vecchio Continente e' Piazza Affari, dove l'indice Ftse Mib chiude in rosso dell'1,35% a 22.034 punti, dopo aver guadagnato ieri lo +0,77%. Dopo solo una giornata di tregua, dunque, sono ripartite le vendite e l'alta volatilita' che hanno contrassegnato i mercati nell'ultimo periodo. Le parole rassicurante del neo presidente della Fed, Jerome Powell, sulla tenuta del sistema finanziario e sui tassi di interesse non hanno sortito effetti particolari sull'umore degli operatori. Venendo a Milano, la giornata di vendite generalizzate ha colpito soprattutto le banche. La peggiore e' Banca Generali, il titolo piu' in calo del Mib, che lascia sul campo il 4,31%. Ma e' tutto il comparto che perde terreno nel corso della giornata con Unicredit (-3,39%), Banco Bpm (-3,24%) e Ubi Banca (-2,58%). In scia negativa anche Intesa Sanpaolo (-0,98%). Male Leonardo (-2,66%), gia' penalizzata la scorsa settimana dopo i conti 2017, e Telecom Italia (-2,65%), per la quale si allungano i tempi dell'operazione di scorporo della rete mentre il numero uno Amos Ganish ha escluso operazioni straordinarie o eventuali combinazioni con Open Fiber (la societa' di tlc di Enel e Cdp) Sfiora la parita' e chiude a meno 0,04% il titolo di Mediobanca, con gli investitori che si interrogano su possibili operazioni straordinarie per rafforzare il risparmio gestito con Allianz Bank, mentre sale Ima che e' tra i titoli migliori del listino con un rialzo del 5,07% spinta dal giudizio 'buy' di Equita. Trend simile a quello di Mittel (anche qui Equita rialza la raccomandazione a 'buy') che guadagna il 4,91%. In controtendenza a +0,05% Yoox Net-a-Porter, dopo che ieri sera il gruppo svizzero dei beni di lusso Compagnie Financiere Richemont ha fatto sapere che la controllata Rlg Italia Holding ha presentato alla Consob il documento di offerta sull'Opa volontaria totalitaria sulle azioni di Ynap che la societa' gia' non controlla. Non recupera Recordati, che perde l'1,89% nonostante Goldman Sachs abbia tolto la raccomandazione 'vendere' sul titolo. Sul fronte dei cambi, l'euro si rafforza sopra la soglia di 1,23 sul biglietto verde: a fine seduta vale 1,2366 dollari e quota 132,99 yen, mentre il dollaro-yen si attesta a quota 107,55. Sul fronte del greggio, il Wti con contratto di consegna a marzo cala a 58,83 dollari, perdendo lo 0,78%, mentre il Brent del Mare del Nord su aprile e' in calo a 62,37 dollari.