[Mon Jun 19 17:38:00 CEST 2017] Mon Jun 19 17:38:00 CEST 2017 Borsa: Macron e super Wall Street spingono l'Europa, Milano chiude a +0,35%

Piazza Affari resta indietro per stacco cedole Poste e Terna (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 19 giu - I nuovi record di Dow Jones e S&P 500 a Wall Street, dove anche il Nasdaq rimbalza di oltre l'1%, spingono le Borse europee che chiudono la seduta comunque sotto i massimi di giornata. Parigi e Francoforte, dopo la nuova vittoria elettorale di Emmanuel Macron (che conquista la maggioranza assoluta alla Camera), guadagnano circa l'1% mentre Milano, in tono minore (c'e' stato anche uno stacco cedole che pesa per lo 0,12%), chiude a +0,35%. Tra i titoli principali l'effetto dividendi penalizza soprattutto Poste Italiane, in ribasso del 6,8%, e Terna (-1,7%) mentre tra i titoli piu' brillanti spiccano St (+3% grazie all'incremento del target price da parte di Goldman Sachs) e Campari, che balza del 2,5% dopo un report di Hsbc: secondo quest'ultima il gruppo di beverage e' nella posizione ideale, a livello europeo, per cavalcare la rinascita del mercato globale degli spirits. Buon recupero anche per Prysmian (+2,1%) e Banco Bpm (+1,6%) mentre fuori dal listino principale Banca Carige rimbalza del 3,2% con l'imminente nomina del nuovo ad (oggi il comitato nomine, l'ex Unicredit Paolo Fiorentino risulta in pole position). Vola Giglio Group (+16%) grazie all'accordo siglato con Secoo, la piattaforma leader in Cina nel luxury e-commerce. Sul fronte dei cambi, l'euro scende a quota 1,169 dollari (1,1194 venerdi' sera) e vale 124,3 yen (123,94 yen), mentre il dollaro-yen si colloca a 111,3 (110,70). Il petrolio recupera leggermente terreno ma resta sotto i 45 dollari: il Wti avanza dello 0,3% a 44,88 dollari al barile. Lo spread Btp-Bund cala leggermente a 167 punti base.