[22/06] 17:55 Vw: Mueller chiede scusa a soci, ok a richiamo di un altro milione auto

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Hannover, 22 giu - Nel corso dell'assemblea degli azionisti del gruppo Volkswagen, la prima dopo l'emergere del 'Dieselgate', il caso delle emissioni manipolate, il ceo Matthias Mueller ha chiesto 'scusa, a nome del gruppo Volkswagen, per aver tradito la fiducia' dei soci, mentre ha confermato investimenti per miliardi di euro nei prossimi anni nel processo di elettrificazione, nella guida autonoma, nella digitalizzazione e in nuovi settori di business come i servizi di mobilita'. Parlando ai circa 3mila azionisti presenti all'assise, Mueller ha affermato: 'stiamo portando avanti i nostri sforzi per ottimizzare la compatibilita' ambientale anche dei nostri modelli diesel e benzina' annunciando che i motori benzina TSI e TFSI saranno dotati di filtro antiparticolato. 'Il processo iniziera' a giugno 2017 con il 1.4 TSI della nuova Vw Tiguan e della Audi A5. In questo modo le emissioni di particolato saranno ridotte fino al 90%. Circa 7 milioni di veicoli all'anno potrebbero essere equipaggiati con questa tecnologia entro il 2022'. Il gruppo ha anche rilevato l'accelerazione della campagna di intervento per mettere in ordine i motori col software manipolato. L'autorita' tedesca Kba ha di recente dato l'approvazione per un ulteriore ritiro di un milione di veicoli diesel EA189, principalmente della gamma Golf, il che significa che sono saliti a circa 3,7 milioni i veicoli interessati tra cui Vw Golf, Passat, Tiguan e Caddy, Seat Exeo, Skoda Superb e vari modelli Audi come A3, A4 e Q5. red-pal-